31 maggio 2013

Ed Wood - Plan 9 from Outer Space

Dopo "Glen or Glenda?"e "La sposa del mostro" concludiamo con la perla più preziosa: "Plan 9 from outer space".

Alcuni sostengono che Bela Lugosi sia morto dopo le prime riprese. Mi sembra improbabile. Inoltre, in una delle sue ultime dichiarazioni, Lugosi disse che stava preparando con Wood il film "Il vampiro corre nel West". Quindi tutto mi porta a credere alla versione raccontata nel film "Ed Wood" di Burton, ovvero che non avendo altra freccia nel suo arco se non quella di vantare Bela Lugosi nel cast, abituato a farcire i suoi film di stock footage, Ed Wood abbia realizzato l'ultimo film di Lugosi senza Lugosi.

Nel film alcuni spezzoni con Lugosi si alternano a una controfigura che recita coperta dagli occhi in giù da un mantello nero.
Peccato che i pezzi con Lugosi siano stati girati di giorno e all'aperto (sicuramente frammenti de "Il vampiro corre nel West"!), mentre quelli con la controfigura in uno studio con atmosfera notturna.
Lo stacco si nota! Giorno, notte, giorno, notte...vero, finto, vero, finto...

Per tirar su un film con quei pochi filmati inediti di Lugosi a sua disposizione, Ed Wood inventò questa storia:

Gli alieni, per dimostrare la loro esistenza agli umani, vogliono riportare in vita i cadaveri. Non tutti, quelli più freschi.
Resuscitano una donna, che si ritroverà a fare su e giù per il cimitero senza senso e senza dire una parola.
Dopo pochi giorni muore anche il marito (Lugosi), prontamente resuscitato dagli alieni.

I due coniugi fanno vittime, la polizia si vede costretta a indagare.
Intanto l'esercito americano tenta di bombardare le navicelle spaziali.

Un'ispettore rimasto solo nel cimitero per cercare tracce viene assalito dai due coniugi redivivi. Se i due coniugi sembrano dei vampiri a tutti gli effetti, l'ispettore diventa uno zombie... non chiedetemi perché!
I tre resuscitati non hanno colpa per ciò che fanno, non ragionano con la loro testa, sono corpi telecomandati dagli alieni.

Un pilota d'aerei, uno dei primi ad aver avvistato gli alieni mentre era in servizio, è preoccupato per la sua mogliettina. I due abitano vicino al cimitero dove sono avvenuti i primi esperimenti degli alieni.
Avranno qualche problema ma riusciranno a cavarsela.

Il pilota, aiutato dalla polizia (alla fine crederanno agli alieni) e dai militari (che ci credono già perché hanno provato a mettersi in contatto con loro) fermerà a suon di cazzotti gli alieni (uno, Eros).
La navicella dell'alieno va in fiamme, decolla ed esplode nel cielo riportando tutto nella norma.
Qualcuno però avvisi il colonnello di smetterla di ripetere "Siete più evoluti di noi"!

La voce narrante è Criswell, in un certo senso interpreta se stesso, anche in tv sparava improbabili profezie.

In ordine: Ed Wood, Criswell e Paul Marco

La donna resuscitata è Vampira. Così era nota l'attrice Maila Nurmi. Dopo un certo successo come Vampira in tv si ritrovò disoccupata, per disperazione accettò di girare il film con Wood, ma pose una condizione: non voleva recitare battute. Sperava che stando in silenzio il pubblico non l'avrebbe notata, non voleva rovinare oltre la sua reputazione! Mi dispiace, ma l'effetto è l'esatto contrario!

Vampira

Gli alieni sono più umani degli umani. Nessun camuffamento ma dei costumi con calzamaglia.
La loro navicelle volano appese a un filo su uno sfondo con le nuvole dipinte. L'interno della navicella sembra la camera di un radio amatore. Un paio di congegni elettronici su un tavolo e via!
Alla base centrale degli alieni, ma quali porte con comando vacale o roba simile! Una tenda basta e avanza!
Se sono messi così male i super tecnologici alieni, figuriamoci gli umani, menti inferiori.
La cabina dell'aereo è imbarazzante. Missili e cannoni le solite immagini di repertorio.

I "terribili" alieni

Eppure, non ci crederete, ma questo film pieno pieno pieno di errori e di dialoghi inutili e ripetitivi (come i film precedenti di Wood) lancia un messaggio chiaro e preciso.

"Prima i fuochi d'artificio inoffensivi, dopo le granate che ammazzavano poche persone, quindi le bombe sempre più grandi. Molte persone non muoiono con la stessa esplosione, allora gli scienziati creano la bomba atomica. Dividono l'atomo. Più tardi la bomba a idrogeno che provoca l'esplosione dell'aria e ora potete distruggere l'universo usando il sole. L'ultima esplosione che rimane è quella solare.
Quando avrete quella bomba non avrete niente, neanche l'universo!" dice l'alieno.

Eh, che critica feroce alla bomba atomica! Wood era veraaaameeente preparato sull'argomento.
Come dite? La bomba solare? Giusto, perché privarvi di una spiegazione così precisa e scientifica...

"Pensate a una lattina della vostra benzina. Diciamo che questa lattina è il Sole.
Mediante un tubo di combustibile unitela a una palla che rappresenta la Terra.
La benzina rappresenta la luce solare, le particelle del sole, qui c'è la palla piena di benzina, la luce del sole. 
Se accendiamo una fiamma questa brucerà la terra nel suo perimetro e seguirà la scia di benzina fino alla lattina, il sole. Sfrutterà la benzina e comunicherà l'esplosione fino al sole. Se succederà l'interno universo morirà."
Tutto chiaro?

1 COMMENTI:

  1. Chissà quante ricerche di Ed Wood avrai con questi post. Spesso ti invidio, un pò di volte in meno mi sorprendi...

    RispondiElimina

 
Back to top!