12 novembre 2006

CLOSER

E’ intrigante osservare come la trama si contorce sui quattro protagonisti manipolando la loro vita sentimentale e portandoli ad un epilogo inaspettato.

Anna(Julia Roberts)aveva scelto di respingere il giovane scrittore quando scoprì che questi aveva una bella e giovane fidanzata, Ellis (Natalie Portman) che avrebbe sofferto troppo per lui. Brava!
Dan(Jude Law) sapeva che avrebbe ferito la sua Ellis, non voleva lasciarla, ma non sapeva resistere ad Anna. Male!
Anna si sente in colpa perché è sposata con Larry (Clive Owen), ma non rinuncia a Dan. Sempre peggio!

Nel dialogo, tra Ellis e Dan troviamo uno spunto di riflessione interessante:
Siamo inevitabili vittime dei sentimenti e dell’attrazione o possiamo scegliere di non lasciarci coinvolgere?



-Me ne vado
-Mi dispiace
-E’ irrilevante! Di che ti dispiace?
-Di tutto.
-Perché non me lo hai detto prima!
-Vigliaccheria.
-È perché lei è una di successo?
-No. È perché lei non ha bisogno di me.
-La porti qui?
-Si.
-Non si era sposata!?
-Aveva smesso di vedermi.
-Quando siamo andati in campagna a festeggiare il nostro terzo anniversario, le telefonavi, la supplicavi di tornare…quando uscivi per le tue passeggiate solitarie! Che pezzo di merda!
-Il tradimento è brutale io non mi illudo che non sia così.
-Com’è? Com’è che funziona? Come si fa questo a qualcuno?
(Lui non risponde)
-Non è sufficiente!
-Mi sono innamorato Ellis!
-Oh come se non avessi avuto scelta! C’è un momento! C’è sempre un momento! Io a questa cosa posso cedere io a questa cosa posso resistere! Io non so il tuo momento quando è stato…ma sono sicura che c’è stato! Ti saluto.
-Non sei al sicuro là fuori.
-E qui dentro invece?
-E tutte le tue cose?
-Non ho bisogno di cose.
-Dove vuoi andare?
-Voglio sparire.

Questo film, creò qualche discussione per il suo linguaggio forte e le situazioni poco pulite.
Ma credo che il vero shock per molti fu vedere la “pretty woman” Julia Roberts immischiata in cotanta ambiguità. Forse i suoi fans non ricordano che Julia in quel suo primo film di successo interpretava una prostituta? Forse non conoscono neanche la sua tortuosa vita sentimentale? Nessuno è santo.
I toni sono forti, ma è anche vero che sono molto simili a quelli di un litigio fra coniugi arrivati alla fine. Non credo che in certe situazioni la mente riesca a restare abbastanza lucida per moderare il linguaggio e le più morbose e feroci curiosità.

Come si può mentire per così tanto tempo a chi si ama? Alla persona a cui si è promesso amore eterno?

-Perché ti sei vestito?
-Perché tu potresti essere sul punto di lascirmi non volevo farmi trovare in vestaglia. Sono stato a letto con una a New York. Una puttana. Mi dispiace.
-Perché me lo hai detto?
-Non potevo mentirti.
-Perché no?
-Perché ti amo.
-Va bene.
-Davvero? Perché?
-Qualcosa non va. Dimmelo. Stai per lasciarmi?
(Accena di si con la testa.)
-Per questa cosa? Perché?
-Dan
-Cupido! È il nostro zimbello…
-Io lo amo.
-Stai con lui adesso? Da quando?
-Dalla mia inaugurazione l’anno scorso. Sono disgustosa!
-Sei fenomenale! Abilissima! Perché mi hai sposato?
-Avevo smesso di vederlo volevo che funzionasse con te.
-Perché mi hai detto che volevi dei figli?
-Perché era vero.
-E adesso? Li vuoi fare con lui?
-Si…non lo so..
-Ma… noi siamo felici? Non è così? Andrai a vivere con lui?
-Tu puoi stare qui se vuoi.
-Oh senti io me ne frego delle tue briciole! Tu mi hai preso in giro come la prima volta che ci siamo visti, hai lasciato che mi impiccassi per il tuo divertimento perché non me lo hai detto subito!?
-Avevo paura.
-Sei vigliacca, viziata, un pezzo di merda!
-Ti sei vestita perché credevi che ti avrei picchiata? Per chi mi hai preso?
-Mi è capitato altre volte.
-Non con me!! Ti scopa bene?
-Non fare così…
-Rispondi alla domanda! È bravo?
-Si.
-Meglio di me?
-Diverso.
-Meglio?
-Più tenero.
-Che vuol dire?
-Lo sai che vuol dire.
-Dimmi.
-No..
-Che io ti tratto da puttana?
-A volte si..
-Chissà perché…
-Mi dispiace, tu sei…
-Non lo dire!! Non dirmi la cazzata “sei migliore di me”, lo sono! Ma non lo dire! Stai facendo lo sbaglio della tua vita! Tu mi lasci perché pensi di non meritare la felicità, ma tu la meriti Anna! Hai fatto il bagno perché hai fatto sesso con lui…così non hai addosso il suo odore…così ti senti meno in colpa? Come ti senti?
-In colpa
-Tu mi hai mai amato?
-Si.


-Lo avete fatto qui?
-No.
-Perché no?
-Tu avresti voluto?
-Io voglio solo la verità!
-Si, l’abbiamo fatto qui.
-Dove?
-Lì
-Su quello…ci abbiamo fatto la prima scopata, mi hai pensato? Quando? Quando lo avete fatto qui? RISPONDI ALLA DOMANDA!!
-Stasera.
-Tu sei venuta?
-Perché fai così?!
-Perché voglio sapere!
-Si, sono venuta!
-Quante volte?
-Due volte.
-Come?
-Prima mi ha leccata e poi mi ha scopata!
-In che posizione?
-Io stavo sopra e poi mi ha preso da dietro.
-E lì sei venuta la seconda volta…
-Perché il sesso è così importante?
-Perché io sono un CAVERNICOLO!! Tu ti toccavi mentre lui ti scopava?
-Si
-Ti masturbi per lui?
-Qualche volta
-E lui per te?
-Facciamo tutte quelle cose che fanno quelli che fanno sesso!!
-Ti piace succhiarglielo? Ti piace il suo cazzo?
-Lo adoro!
-Ti piace farlo venire sulla tua faccia?
-SI!!
-E che sapore ha?
-Lo stesso che ha tu ma più dolce!
-Così va meglio grazie. Grazie della sincerità. Ora vaffanculo e muori! Sei una fottuta bagascia!

Pesante vero? Che volte che vi dica, sono finiti i tempi del “Francamente me ne infischio” ora siamo nell’era del “Vaffanculo e muori”.

Le bugie durate un anno hanno reso più difficile il divorzio e più rabbioso l’ex-marito, che accetta di ridarle la libertà solo se lei inaugura con lui il lettino per le visite nel nuovo ufficio.
Anna non vede scelta, accetta.
Lo racconterà a Dan?
Decide di si.
Ma anche se stavolta è stata sincera,le cose non vanno come previsto.

-Cosa ti aspetti da me?
-Comprensione.
-Perché non mi hai mentito?
-Perché eravamo d’accordo di dirci sempre la verità.
-Cosa ha di così bello la verità? Prova la menzogna, è la moneta corrente del mondo.
-Ho fatto ciò che lui voleva così adesso ci lascerà in pace. Io amo te. Non gli ho mica dato niente…
-Il tuo corpo!
-Se Ellis venisse da te disperata con tutto il passato ancora tra voi e ti dicesse che ha bisogno che tu la desideri per dimenticarti tu cederesti. Anch’io ci starei male ma ti perdonerei. È generosità.
-No. È vigliaccheria. Tu non hai il coraggio di farti odiare da lui.

Dopo un anno (clandestino) e 4 mesi la loro storia finisce.

Anna tornerà dal marito?
Che fine farà Ellis?
Dan?
Larry?
Lo scoprirete guardando il film.

Il ritmo è serrato, non ci sono lungaggini, attraverso flash nel tempo viviamo le fasi salienti delle storie dei personaggi. Un buon lavoro per il regista Mike Nichols.
Julia Roberts, Jude Law, Natalie Portman, Clive Owen, sono bellissimi, bravini in versione originale, fanno progressi grazie alla maggiore espressività del doppiaggio in italiano!

Il film è tratto dall'opera teatrale del 1997 di Patrick Marber.
Nel gruppo degli attori che portò in scena questa'opera a teatro figurava lo stesso Clive Owen (Larry nel film) interpretando Dan.

Bellissima la colonna sonora: Damien Rice - The Blowers Doughter


IL TRAILER di "CLOSER"

1 COMMENTI:

  1. Anonimo11:21 AM

    Mi è piaciuto molto questo film!

    RispondiElimina

 
Back to top!