07 ottobre 2010

Chi l'ha visto?, rivelazione in diretta

Questa è la prima volta che mi occupo di "Chi l'ha visto?". Non sono una spettatrice del programma, non mi piace sorbirmi in una sola serata svariati casi di sparizioni che con molta probabilità finiranno male o non finiranno mai.
L'insistenza di "Chi l'ha visto?" ha permesso di risolvere molti casi, bravi, però mi sembra lo stesso una spettacolarizzazione del dolore.


La madre di Sarah Scazzi ha atteso 40 giorni, sospesa tra la speranza e il dolore.
Ieri sera ha appreso in diretta tv che il presunto omicida di sua figlia è lo zio. Il proprietario della casa da cui la donna era in collegamento televisivo.
Per 40 giorni, l'uomo che l'ha ospitata e si è detto solidale col suo dolore, si è rivelato essere l'artefice del delitto. Terribile è dir poco.

5 COMMENTI:

  1. Anonimo2:50 PM

    Ora a questo punto cosa dovrebbe succedere?
    Non voglio parlare dell'orrore delll'omicidio, no, voglio parlare della trasmissione. Cosa dovrebbe succedere, nulla? Premiati per gli ascolti e per l'informazione repentina che hanno trasmesso in diretta? no, dico, si potrebbe anche chiudere la trasmissione per l'orrore che hanno trasmesso, per la mancanza di delicatezza in confronti della madre, per la freddezza con cui hanno letto l'annuncio.....se la bionda santarellina, che fino all'altro ieri seguivo, rimane al suo posto, al suo caldo posto, significa che più nulla deve stupirci, siamo ormai in un Paese dove ci hanno oppiato per bene, non c'è nulla che ci scuote.
    Son contenta di seguire sempre meno la tv, per fortuna ci sono i social network, così scegliamo noi cosa leggere, cosa ascoltare, ecc.

    RispondiElimina
  2. Pensa un po', alle 14 circa, Costanzo nel suo programma ha tessuto le lodi alla presentatrice per come ha saputo gestire "con tatto" la situazione. Quindi non credo proprio che la faranno fuori.
    Tra le altre cose, la trasmissione di Costanzo ha avuto continui disturbi con l'audio, roba che nemmeno nelle piccole tv regionali succede più!
    Rai, sempre più deludente.

    RispondiElimina
  3. Fatemi capire una cosa: non stati gli inquirenti a dare la notizia alla famiglia di Sarah Scazzi ma una trasmissione televisiva?!?!?!? Ma la Sciarelli non poteva semplicemente chiudere il collegamento e aspettare che persone più autorevoli (e magari con più tatto) informassero la madre al posto di pensare "oh cavoli, oggi record d'ascolti e lunedì pure!"?

    RispondiElimina
  4. Gli inquirenti giustamente stavano aspettando di ultimare le indagini prima di comunicare la notizia, ritrovare il corpo per essere sicuri della versione dello zio e della morte della ragazza.
    Dei giornalisti hanno iniziato a telefonare alla madre di Sarah, in quel momento in diretta e in attesa del rientro della sorella con il cognato (il famigerato zio) stranamente ancora sotto interrogatorio della polizia, e in queste telefonate già le raccontavano che lo zio era l'assassino. A quel punto la Sciarelli a sua volta ha spiattellato la verità in faccia a quella povera donna, probabilmente per non vedersi sfumare lo scoop.

    RispondiElimina
  5. Ieri, dopo tanti odiosi giorni di telecronaca in diretta, hanno avuto il coraggio di puntualizzare il fatto che alcune protagoniste delle vicende siano andate a fare bancomat alle 5.00 del mattino.

    L'iperrealtà...

    RispondiElimina

 
Back to top!