09 giugno 2012

New York Stories

Se vi dico New York, quali registi vi vengono in mente?
Woody Allen senza dubbio.
Martin Scorsese.
Francis Ford Coppola (nato a Detroit), che di New York ha raccontato il lato malavitoso con "Il Padrino".

Era il 1989, in "New York Stories" i tre registi, senza pestarsi i piedi, ciascuno con un suo episodio, ci raccontavano la loro cara New York così...

Episodio 1
Lezioni dal vero, regia di Martin Scorsese.
Il pittore Lionel Dobie (Nick Nolte) fa di tutto per tenersi vicina l'assistente Paulette che non l'ama e pensa a un altro (Steve Buscemi).
Questo è il mio episodio preferito. Impazzisco per la colonna sonora, un brano su tutti: Joe Cocker - A Whiter Shade Of Pale (In italiano: Dik Dik - Senza Luce).
Nick Nolte è strepitoso.
L'ispirazione per la storia più che da New York arriva da "Il giocatore" di Dostoevskij.

Episodio 2
La vita senza Zoe, regia di Francis Ford Coppola.
Una bambina vive in albergo, i suoi l'hanno piazzata là, non le fanno mancare nulla, tranne la loro presenza. Sono artisti in perenne viaggio. Poco importa, la piccola ha le sue amicizie e si diverte.
Da sottolineare la presenza del nostro caro Giancarlo Giannini nel ruolo del papà.
Questa storia sente l'influenza, anzi, io credo sia stata scritta totalmente da Sofia Coppola.
Che bello avere il papà grande regista! Si può esordire come sceneggiatrici a 18 anni!! Una diciottenne qualunque se lo poteva (e se lo può!) scordare di vedere la sua storiella in un film tra mostri sacri del cinema! Poteva sfruttare meglio l'occasione.

Episodio 3
Edipo Relitto, regia di Woody Allen.
Sheldon (Woody Allen) è imbarazzato da sua madre, da quello che va raccontando su di lui. Durante uno spettacolo di magia la mamma sparisce. Sheldon la cerca finchè non si rende conto che senza di lei sta bene, vive più rilassato la sua relazione con Lisa (Mia Farrow). La pacchia dura poco: la mamma ricompare dal cielo e racconta di tutto sul figlio a tutti i newyorkesi.
Per risolvere la faccenda Sheldon si affida a un'esperta in paranormale che si rivelerà la donna ideale, approvata persino dalla mammina.
Mia Farrow, di solito magrissima, appare lievemente appesantita. Aveva da poco messo al mondo un figlio con Woody Allen (sono stati insieme dal 1980 al '92). Ronan Farrow è l'unico figlio biologico di Woody Allen ed è un gran bel ragazzo! Ha preso dalla mamma.
Dei tre episodi, quest'ultimo è il più divertente.
Nella filmografia di Woody Allen vediamo ritornare magie e spiriti nel 2006 in "Scoop".

1 COMMENTI:

  1. Anna, sei una continua serie di film che vorrei vedere al più presto...

    RispondiElimina

 
Back to top!