29 aprile 2009

Secondo Berlusconi, Veronica Lario è stata manovrata dai soliti comunisti

Come ben sapete, il 6 e il 7 Giugno, si voterà per i candidati al Parlamento Europeo.
E' una cosa importantissima!! Dobbiamo scegliere bene i nostri rappresentati se non vogliamo collezionare brutte figure e ridurre ancora di più la credibilità del Nostro Paese! Giusto?
Eppure, i nostri polici non sembrano curarsene, su i giornali, di destra e di sinistra, c'è un toto-candidati imbarazzante. Soprattutto fra le file del Pdl, dove abbondano veline, avanzi di reality e di altri show televisivi.
Questo ha destato non poche polemiche.
Persino in casa Berlusconi.

28 Aprile, Veronica Lario, moglie di Berlusconi, si è così espressa riguardo alle candidature del Pdl per le Europee.
Scive:
«Voglio che sia chiaro che io e i miei figli siamo vittime e non complici di questa situazione. Dobbiamo subirla e ci fa soffrire».
«Per fortuna è da tempo che c'è un futuro al femminile sia nell'imprenditoria che nella politica e questa è una realtà globale. C'è stata la Thatcher e oggi abbiamo la Merkel, giusto per citare alcune donne, per potere dire che esiste una carriera politica al femminile».
«In Italia la storia va da Nilde Jotti e prosegue con la Prestigiacomo. Le donne oggi sono e possono essere più belle; e che ci siano belle donne anche nella politica non è un merito nè un demerito. Ma quello che emerge oggi attraverso il paravento delle curve e della bellezza femminile, e che è ancora più grave, è la sfrontatezza e la mancanza di ritegno del potere che offende la credibilità di tutte e questo va contro le donne in genere e soprattutto contro quelle che sono state sempre in prima linea e che ancora lo sono a tutela dei loro diritti».
«Qualcuno ha scritto che tutto questo è a sostegno del divertimento dell'imperatore. Condivido, quello che emerge dai giornali è un ciarpame senza pudore, tutto in nome del potere».


Parole dure.
Subito riferite a Berlusconi, che a colpi di ANSA ha così risposto:
(ANSA) - VARSAVIA, 28 APR - "La polemica che si è fatta è deludente. Le candidature che ho letto sui giornali sono quasi tutte inventate", afferma Berlusconi. "Se una persona però ha una o due lauree e conosce due o tre lingue, solo perchè è andata in tv o ha fatto cose nell'informazione o nello spettacolo gli viene preclusa la politica", sottolinea commentando le polemiche su alcune candidature del Pdl alle Europee. Veronica Lario, moglie del premier, è invece critica: "Ciarpame senza pudore".

(ANSA) - VARSAVIA, 29 APR - "Anche Veronica ha creduto a quello che hanno messo in giro i giornali, mi dispiace", afferma il premier sulle critiche alle liste Pdl. Silvio Berlusconi ha risposto ai cronisti che a Varsavia gli facevano osservare come critiche alla composizione delle liste del Pdl per le europee fossero venute anche da sua moglie Veronica Lario. "E' molto chiaro - aggiunge - c'è una manovra montata dalla stampa di sinistra e dall'opposizione sulle nostre liste con notizie assolutamente infondate".

Ma se il monopolio dell'informazione è nelle sue mani?! Ma ancora esiste la sinistra?? Siamo sicuri? Questa storia della manovra non mi convince. Premier non fare la vittima!

«Noi vogliamo rinnovare la nostra classe politica con persone che siano colte, preparate e che garantiscano la loro presenza a tutte le votazioni. E che magari non siano maleodoranti e malvestite come certi personaggi che circolano nelle aule parlamentari da parte di certi partiti».

(ANSA) - VARSAVIA, 29 APR - "Io farò la campagna elettorale con a fianco queste cosiddette veline e loro parleranno insieme con me", ha annunciato il premier. "E diranno quali sono i loro titoli di studio", ha aggiunto Silvio Berlusconi da Varsavia dove partecipa al congresso del Ppe. "I miei figli - ha aggiunto - mi vogliono un bene dell'anima. Credo di essere il più amato tra i genitori e credo gli italiani possano giudicare con quale sinistra abbiamo a che fare".


Ma sulla storia de "il più amato dei genitori", Veronica Lario sferra un altro colpo, anche alla luce di una nuova notizia:
29 Aprile, Il Premier partecipa ad un compleanno di una 18enne in una discoteca di Napoli. La ragazza è figlia di un amico di famiglia. Il Regalo? Un ciondolo d'oro e diamanti. Un altro caro ricordo del Premier è libro sul simbolo del Pdl, con tanto di dedica: «Alla mia piccola Noemi, alla mia piccola grafica pubblicitaria dal suo papino putativo». Sì, la ragazza chiama Berlusconi "papi".

Veronica Lario:
«Che cosa ne penso? La cosa ha sorpreso molto anche me, anche perché non è mai venuto a nessun diciottesimo dei suoi figli pur essendo stato invitato».

1 COMMENTI:

  1. Vai così Veronica!!!

    OT: Il Torneo dei film ha un vincitore, anche se si pensa già al futuro:
    http://iltorneodeifilm.wordpress.com/2009/05/10/il-vincitore-del-torneo-dei-film/

    RispondiElimina

 
Back to top!