01 settembre 2005

Ecco perchè Alex Britti è stato lontano dalla scena...



Alex Britti che con brani come “La Vasca” “Mi piaci” “7000 Caffè” “Oggi sono io”….ci ha conquistato, ha rischiato di non poter scrivere più nemmeno una canzone. Ha rischiato di non poter più suonare la sua amata chitarra. Ha rischiato persino la vita.

Questo è quello che ha raccontato in una intervista ad una nota rivista:
“Quando ho perso il controllo mi sono buttato dalla moto cercando di restare in piedi ma non c’è l’ho fatta….per finire fuori dalla carreggiata ho fatto leva sulla mano sinistra…se non ci fossi riuscito non sarei qui: una macchina è passata a dieci centimetri dalla mia testa. Ho avuto un gran culo. Infondo avevo un freno solo”L’incidente è successo in pieno giorno nei pressi del Grande Raccordo Anulare a metà Luglio dell’anno scorso.
Alex non aveva riparato i freni (ammette di non avere in genere una grande cura della sua moto) e questo può aver provocato l’incidente. Ma per fortuna tutto bene, da solo si è alzato, si è rimesso in sella ed è andato dall’amico che lo aspettava per suonare, ma…

Ma il braccio faceva male, ed era proprio quello che serviva per suonare, ma lui imbottendosi di cortisone e antidolorifici ha resistito per due mesi portando avanti la sua tournee, finchè…

Finchè non sopportando più il dolore finalmente ha deciso di andare da un medico. La diagnosi è stata “tendine strappato da operare immediatamente”.Per due mesi e mezzo riposo assoluto e braccio immobilizzato, non poter suonare per lui è stato un incubo.
Passati i due mesi, finalmente poteva muovere il braccio, anche se poco, è stato necessario un lungo percorso di fisioterapia per riabilitarlo come prima…ma non è tutto…in cucina succede un altro incidente con il “minipimer” (frullatore ad immersione), ecco il suo racconto “Lo stavo usando con la mano “lenta”, mi è sfuggito, l’ho preso al volo con la destra, ma – non so nemmeno io come – dentro c’è finito l’indice della mano sinistra…Mi si è scoperchiato il dito, è saltato un pezzo d’osso. Mi hanno messo due punti esterni e sei interni…Cazzo, mi dicevo, sono un chitarrista, che farò senza il dito che più degli altri mi serve per suonare?”

Ed è così che sforzandosi e soffrendo Alex ha inciso il nuovo album, che contiene due o tre canzoni scritte da Maurizio Costanzo.

4 COMMENTI:

  1. cavolo...
    brutta avventura...
    mi spiace x alex... sono stata ad un suo concerto qlke anno fa e mi è piaciuto un casino...e poi con la chitarra è veramente bravo!
    menomale ke è andato tutto bene alla fine...

    buona serata :)

    RispondiElimina
  2. Povero mi dispiece per lui!
    Che razza di sfortuna!
    Era così bravo con la chitarra!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Anonimo2:51 PM

    FORZA ALEX NON BUTTARTI GIU' GUARISCI LEGGI IL VADEMECUM UN LIBRO DI MAURO PALMISANO VEDRAI CHE ANCHE CON LA FEDE SI PUO' GUARIRE E SUPERARE I BRUTTI MOMENTI E POI VOGLIO VEDERTI IN FORMA A DUETTARE CON LA VANONI E LA BERTE'
    CIAO E IN BOCCA AL LUPO

    RispondiElimina
  4. Anonimo7:01 PM

    MANNAGGIA ALEX BRITTI
    CREDEVO CHE FOSSE MORTO INCIDENTE STRADALE...
    MENO MALE CHE NON SEMBRA VERO
    _*___________________________________________*_
    BENITO

    RispondiElimina

 
Back to top!