14 giugno 2013

Basilicata coast to coast

Una piccola band finalmente ha la sua grande occasione: è stata selezionata per esibirsi al Festival di Scanzano.

Il leader del gruppo propone di rendere questo evento ancora più unico. Mettersi in macchina e andare al concorso sarebbe troppo facile, devono andarci a piedi! Godersi l'avventura, suonare lungo il percorso, arrivare alla meta più forti e uniti che mai.
Un'impresa del genere merita di essere seguita dai media, ma riescono a destare l'interesse solo di una piccola televisione parrocchiale. Meglio di niente, si parte!

Il leader del gruppo è Nicola Palmieri (Rocco Papaleo) professore di matematica, appassionato musicista e cantautore. Finalmente prende sul serio un progetto in vita sua (e ci mancherebbe, lui l'ha proposto!), farà tutto il possibile per rispettare lo spirito del viaggio e guidare i suoi.
Al contrabbasso Franco (Max Gazzè), falegname rispettoso della natura e degli animali che non parla più da quando la sua amata Leila è morta.
Un altro ferito dall'amore è Salvatore (Paolo Bruglia), il più giovane. Ha abbandonato gli studi di medicina e gestisce una tabaccheria in paese. Nel gruppo è chitarra e voce.
Infine, alle percussioni, il meno talentuoso, ma vero fenomeno in faccia tosta, Rocco (Alessandro Gassman), un piccolo personaggio televisivo in declino.

A seguirli una giornalista fredda, annoiata, figlia di un pezzo grosso, Tropea (Giovanna Mezzogiorno) potrebbe lavorare ovunque eppure si accontenta del giornale parrocchiale.

Il viaggio li aiuterà a conoscersi, tra loro e con se stessi. I rapporti diventeranno più solidi, e ci saranno nuovi progetti per il futuro.

Per tutto il 2010 una testa così con questo "Basilicata coast to coast"! Questo piccolo film ha conquistato pubblico e critica con tante lodi all'esordio alla regia di Rocco Papaleo (Nastro d'argento e David di Donatello come miglior regista esordiente).
Cast indovinato per un simpatico road-movie dalle dinamiche credibili, che ha regalato una pubblicità straordinaria alla Basilicata (che, tra l'altro, ha prodotto il film!).

5 COMMENTI:

  1. film davvero simpatico
    da non perdere Giovanna Midday quando grida AZIONE prima di partire con la telecamera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi si dimentica l'AZIONEEEE di Giovanna Mezzogiorno: quando vidi il film al cinema ero seduta vicino ad una cassa!!!! Anch'io ho apprezzato il film (lo nominai persino ad un torneo dei film di Gegio, se ricordo bene), una commedia italiana ben fatta.

      Elimina
    2. Esatto Fede, l'hai proprio nominato.

      Elimina
  2. Sì, anche a me era piaciuto. è fresco, fa venire voglia una volta di fare una cosa così per fare "il punto della situazione"!

    RispondiElimina
  3. AZIONE è la parte più comica del film, ma Tropea non scherza, per bellezza e per svogliatezza. Non credevo assolutamente mi piacesse, ma un pò di fiuto, e un pò di tormentone della blogosfera, hanno fatto il resto.

    RispondiElimina

 
Back to top!