02 dicembre 2009

Dorian Gray


Bello, bello...bello il trailer!
Per il film, però, ho alcune riserve.

Non andate al cinema sperando di ustruirvi sul noto libro di Oscar Wilde che per pigrizia non avete ancora letto.
De "Il ritratto di Dorian Gray" è rimasto ben poco. Già l'amputazione del titolo in "Dorian Gray" doveva essere di monito.

ATTENZIONE SPOILER
Ecco tutti i cambiamenti attuati nel film:
- Dorian è moro e con gli occhi scuri. Nel romanzo ha capelli biondi e occhi azzuri.
- Dorian da piccolo veniva massacrato di botte dal nonno. Sì, il nonno mal lo sopportava ma non era così crudele.
- Il nonno non aveva gradito che la figlia fosse scappata con un arista, un pittore. No! Era un soldato troppo povero per i gusti del nonno.
- Dorian porta Sybil a casa sua e consumano. Ma quando mai!!
- Dorian lascia Sybil perchè plagiato da Henry. Sì, ma anche perchè lei non sa più recitare, non è più un'artista capace di destare le sue fantasie.
- La morte di Sybil viene annunciata di notte e dal fratello della ragazza. La morte di Sybil gliela comunica Henry, dopo aver appreso la notizia sul giornale. Il fratello di Sylbil non ha idea di che faccia abbia Dorian perchè parte come marinaio per l'Australia poco prima del fattaccio.
- Sibyl non si butta nel fiume, si avvelena.
- Dorian non ha nessuna relazione fisica con il pittore.
- Dorian non colpisce il pittore con un frammento dello specchio, ma con un coltello.
- Il corpo del pittore non viene portato via in un baule, ma in un contenitore molto più piccolo...viene cenerizzato.
- Il corpo del pittore viene ritrovato. Nel libro, è cenere...ovviamente non verrà mai ritrovato. Tutti lo crederanno impegnato con la sua mostra a Parigi, almeno per un po'.
- Henry divorzia e non ha nessuna figlia!
- Dorian Gray sfugge alla vendetta del fratello di Sybil mostrando la perfezione della sua faccia, non è possibile che sia rimasto identico dopo anni. Ma perde il portasigarette con il suo nome....no! E' una prostituta a far da spia.
- Dorian Gray non va da nessun prete. Quel discroso del "io posso vedere la mia anima" lo ha con il pittore poco prima di ucciderlo.
- Il fratello di Sibyl non INsegue Dorian ma lo segue nell'attesa del momento propizio. Il fratello di Sibil non viene travolto dal metrò, ma colpito per errore durante una battuta di caccia.
- Non ha nessuna storia con la figlia di Henry, nel romanzo non esiste! Ma ha un breve flirt in cerca di redenzione con una contadinella.
- Finale...vabè, sul finale non dico niente ho già rivelato troppo sia del romanzo che del film. Dirò solo che il finale del libro mi piace di più.


Ad ogni modo, la nuova versione della storia è comunque credibile e mantiene intatto il messaggio del libro.
Un grosso errore di sceneggiatura è stato iniziare il film con Dorian macchiato di sangue e poi staccare con il classico "un anno fa" e partire con la storia. Potevano evitare quella anteprima. Avrebbe avuto senso solo se quello fosse stato il finale, ma non lo è.

Pessimo il montaggio.

Salvano la situazione gli attori.
Quel brav'uomo di Colin Firth ha saputo recitare alla perfezione il cinico Lord Henry. Ed il giovane Ben Barnes, non sarà biondo con gli occhi azzurri, ma ha il suo perchè, se vi piace Keanu Reeves non c'è motivo per cui non vi debba piacere anche Ben!

1 COMMENTI:

  1. Condivido pienamente quello che hai scritto, ne parlavo anch'io nel mio blog (ho visto il film ieri sera)..
    Il film è per l'appunto credibile di per sè, ma non come trasposizione del libro. Per quanto riguarda l'inizio poi.. meglio lasciar perdere! Bell'articolo comunque :)

    RispondiElimina

 
Back to top!