09 luglio 2008

Nel concerto di Pino Daniele, fischi per Gigi D'Alessio

Gigi D'Alessio si è beccato fischi a non finire per la sua partecipazione al concerto evento di Pino Daniele "Napule è" in diretta ieri sera su Raiuno.

Il concerto voleva ridare lustro a Napoli, sensibilizzare alla raccolta differenziata, ovviamente festeggiare la carriera di Pino Daniele e più di ogni altra cosa promuovere il nuovo album dell'artista!

Ma della serata, quello che resterà indimenticabile saranno i fischi del pubblico e l'intonatissimo coro "Te ne vai o no? Te ne vai si o no?!" rivolti a Gigi D'Alessio.


I primi fischi arrivano quando viene annunciata la sua presenza nel cast.

In seguito, esplosione totale durante il suo duetto con Pino Daniele. Provano a mascherare la situazione con inquadrature strategiche e con accorgimenti audio, lo stesso Gigi si gioca un "Grande Pino Daniele!" per distrarre la folla e ricevere applausi, ma alla fine quelli delle Rai sono costretti a spostare le telecamere dietro le quinte dove Milly Carlucci (presentatrice della serata) con cinque assessori improvvisa un promemoria per la raccolta differenziata. Ma in lontananza si ode un coro...

Video:



Curioso che la canzone del duetto fosse "'O Scarrafone"! Viene il sospetto che sia stata una scelta maliziosa visto che fra Pino Daniele e Gigi D'Alessio un tempo non sembrava correre buon sangue.
Pino Daniele che sogna una Napoli in crescita aveva definito i cantanti neomelodici una fastidiosa ancora al passato. Perchè ha cambiato idea?!!! Evidentemente il suo pubblico non l'ha fatto.

Altre motivazioni ai fischi contro Gigi D'Alessio? C'è ne sono una infinità!

Dalle semplici divergenze in gusti musicali si passa all'antipatia o all'invidia per i gossip che girano su di lui, e poi anche per la politica e la camorra.
C'è chi ha alzato uno striscione durante la serata che diceva più o meno così "Non pago per vedere un camorrista". Accuse gravi e infamanti.

Però, sappiamo bene come tra la folla ci si sente più forti ed è molto più facile lasciarsi andare ad atteggiamenti sbagliati. Alla fine dei conti, credo che molti di quelli che hanno fischiato l'hanno fatto solo per fare un po' di casino.

10 COMMENTI:

  1. Anonimo5:03 PM

    bene!volevo proprio chiederti la spiegazione a quei fischi!!!!!chissà perchè!!!!la gente è strana, prima lo osannano e poi lo fischiano!

    RispondiElimina
  2. La spiegazione è semplice. A Napoli ci sono 2 fazioni: quelli che amano la VERA musica, e quelli che non sanno manco cosa sia seguendo ideali come Gigi D'alessio ed altri neomelodici. Ieri al concerto di Pino Daniele, VERO musicista, c'erano solo VERI intenditori, che ascoltando la musica dell'anima. Ovvia la reazione dei fischi, anche se purtroppo credevo nel contrario. Ma meglio così. E' stato un grande momento!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Vedi Anonimo, Il pubblico di Pino Daniele e ben diverso da quello di D'Alessio. La gente presente al concerto non l'ha mai osannato e non aveva nessuna intenzione di farselo piacere.

    Quindi, mi trovo d'accordo con la spiegazione di Mary.

    BUONA GIORNATA!!! :D

    RispondiElimina
  4. Già! ^__^
    Mi ripeto, che spettacolo UNICO!
    Non ho mai speso soldi meglio di come ho potuto fare per assistere a quello spettacolo!!!!

    RispondiElimina
  5. Anonimo12:38 AM

    voglio solo dire ke giggi d'alessio è un grande le canzoni di pino daniele nn mi piacciono per niente

    RispondiElimina
  6. ognuno ha i suoi gusti! ;)

    RispondiElimina
  7. La tesi che lega i fischi a gigi d'alessio alle invettive che si sono date sui giornali è CLAMOROSAMENTE errata; su questa tesi molti giornalisti hanno tra l'altro sviluppato articoli dedicati ai fischi su D'alessio. In realtà si è confuso la causa (le differenze musical-culturali tra pino daniele e gigi d'alessio) con l'effetto (gli screzi emersi in qualche battuta non si sa quando detta e da chi riportata). Cerco di spiegarmi con un piccolo riepilogo finalizzato a far comprendere il profilo dei danielani in piazza martedì sera. Per i danielani DOC, esistono due ere: la prima ..detta era blues..che è va dall'inizio carriera di P. Daniele fino al 1985-86 più o meno e la seconda era, quella pop-melodica-commerciale, dal 1985 in poi (dischi ritenuti dai danielani DOC di un irriconoscibile ex-musicista). Ovviamente, coloro che amavano il Primo pino daniele (quello blues, con aspirazioni jazz...avete mai sentito Toledo con Alphonso Johnson e Shorter?) hanno rinnegato pino daniele sopratutto a partire dagli anni 90 quando si è concentrato su nuove fette di mercato costituite da adolescenti e ragazzine prive di qualsiasi cultura musicale ed alla ricerca di testi nel quale l'amore trionfa sempre. ora..tornando a noi, erano almeno 15 anni che pino daniele aveva abbandonato il suo pubblico DOC che, nel frattempo, riascoltava continuamente e carbonariamente i suoi vecchi lavori pregando in un ritrono in sè stesso dell'antico maestro orami avviatosi in un percorso senza ritorno (lle canzonette italiane). Ad un certo punto che succede? succede che i danielani DOC ricevono questa notizia: CONCERTO A NAPOLI DI PINO DANIELE CON LA BAND DI VAI MO' (DE PISCOPO; SENESE; ZURZOLO; AMORUSO; ESPOSITO)...notizia alla quale reagiscono prima con stupore (allora pino daniele ha capito i suoi errori musicali recenti..si è finalmente riconvertito) e poi con commozione e osservanza nell'acquisto repentino dei Biglietti. Sulle difficoltà organizzative (approssimazione tutta napoletana) non discutiamone più..è cronaca. Ad ogni modo, passi la notizai dello spostamento in p.zza Del plebiscito, passi la notizia della (mal)diretta RAI,..., ma la notizia della partecipazione di Gigi D'alessio no..non può essere accettata da coloro che ne comprendono di musica. Io posso anche capire che i giornalisti pensino che i napoletani siano tutti votati alla pizza ed al mandolino, spero che però non commettino l'errore di considerare D'Alessio com un idolo di Napoli (lo so, è una frase che stupisce); D'alessio..è un idolo, ma della peggiore napoli, quella degli scugnizzi, degli affiliati e delle loro donne, e delle ragazzine..si quelle sono fan di chiunque. Per noi daneliani, Gigi d'alessio è resta e resterà quello che è: a)un napoletano che conserva difficoltà nella coniugazione dei verbi in lingua italiana; b) un ottimo cantante neomelodico; c) uno streepitoso animatore di matrimoni, specialmente di famiglie camorristiche (fenomeno, la camorra, verso il quale il nostro non ha mai speso una parola). d) un cuozzo (termine poco comprensibile al di la della linea Mondragone) e) un artista privo di coscienza civile malgrado la responsabilità che ha (praticamente tutti i quartieri malfamati di Napoli seguirebbero come comandamenti dei suoi precetti). f) un artista che in passato, è stato contiguo alla camorra, si vada a rivedere i suoi primi video..esilaranti per capire il constesto di cui il nostro GIGI era portavoce. f) un essere furbo (anche in senso musicale), che però è stato vittima della sua sfrontatezza tutta tipica di un certo essere napoletano che noi odiamo (ripresentarsi sul palco dopo le bordate di fischi inziali..bah!). Un personaggio così, che tipo di reazione avrebbe avuto da una piazza costituita da danielani DOC, il più giovane dei quali aveva 30 anni? personalemtne quando ho sentito la sua voce (che qui aggettiviamo con il termine "tamarra") mi sono cadute le braccia..subito risollevate dall'ascolto del coro di fischi che mi han fatto ricredere sulla coscienza musicale del popolo napoletano che, il mainstrem massmediologico, aveva orami declassato a popolo dalessiano (del resto..rai uno mi dicono che ha oscurato la ovazione di fischi al suo pupillo d'alessio...probabilmentè è in calendario un programma da via teulada con il vesuvio sullo sfondo ed il Nostro Abbronzato al microfono). Arrivo quindi al preteso collegamento (che lo stesso d'alessio porta avanti con voi giornalisti) tra fischi e screzi da interviste tra ai due pretesi duellanti...ma dueallanti de che? i pianeti sono divrsi..le culutre musicale pure, di quelle sociologiche non ne parliamo. Per essere più chiaro, delle invettive tra gigi d'alessio e pino danuiele, il pubblico in piazza non ne sapeva nulla..o poco, ed anche il loro assenza i fischi sarebbero stati impietosi. Gli eventuali screzi da interviste sono infatti l'effetto di una causa..la differenza cultural-sociologica-musicale dei due soggetti. Delle interveiste ..nessuno, oltre che i giornalsiti, se ne era accorto; ciò in cui i daneliani più si dilettano non è la lettura di gossip musicali ma l'ascolto della buona musica, quella con la M maiuscola

    RispondiElimina
  8. Anonimo6:59 PM

    forza gigiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  9. Anonimo7:02 PM

    u megghiu è alessandro fiorello ke è kiu tamarro i l'atri

    RispondiElimina
  10. Anonimo2:35 PM

    W GIGI D' ALESSIO!GIGI è UN GRANDE A SCRIVERE E CANTARE CANZONI NESSUNO è COME LUI!IO LO ADORO.pINO NN MI PIACE X NNT PEERò SN GUSTI...GIGI SEI IL MIGLIORE DI TUTTI RICORDATELO

    RispondiElimina

 
Back to top!