10 aprile 2005

Carletto e Camilluccia si son sposati!

Ricordate le immagini del matrimonio di Lady D?

La folla festante, il suo abito bianchissimo così ampio e pomposo, con tanto di strascico, riempiva la scena, la coroncina che scintillava sulla sua testa, il suo timido sorriso e gli occhi luminosi che s’intravedevano sotto il velo, i paggetti, la carrozza con i cavalli…ed accanto a lei un principe, brutto, ma pur sempre principe, che faceva la sua bella figura grazie alla divisa carica di medaglie. Un matrimonio emozionante. Un matrimonio da favola…anche se poi come ormai sappiamo bene, le cose non sono andate come dovevano. Per colpa di chi? Di Camilla Parker Bowles.


Camilla a 23 anni, ha conosciuto Carlo, allora 22enne, e non ha perso tempo “I nostri bisnonni erano amanti, che ne dici?”…e da lì è iniziata tutta una prosopopea!!


Ve ne propongo un ripasso veloce: la madre di lui non vuole, lui va in marina, lei invece di aspettarlo si è sposata, si sposa pure lui rispettando la volontà della madre, hanno entrambi due figli, continuano a vedersi anzi non hanno mai smesso, Camilla divorzia, Diana va in crisi perché non si sente amata, le prova tutte per suscitare l’attenzione di Carlo, soffre d’anoressia e bulimia, inizia a tradirlo anche lei con stallieri ed altri…finché divorziano!

Possono ora ricostruirsi tutti una nuova e migliore vita. Ma Diana muore in un terribile incidente a Parigi. Delle voci che si fanno sempre più insistenti, implicano la famiglia reale nella morte di Diana. Carlo è costretto a rinviare i suoi progetti con Camilla. Ma ora che il ricordo della principessa Diana si è fatto più fievole, ogni accusa è stata azzittita, Carlo e Camilla iniziano a farsi vedere in occasioni ufficiali insieme, la stampa inizia a parlare meglio di Camilla, lui le da l’anello di fidanzamento….vengono annunciate le nozze per l’8 Aprile! Ma proprio il giorno deciso per il matrimonio, va a coincidere con i funerali del Papa. Rinviate la nozze al giorno dopo.


La mattina Carlo e Camilla si sono recati in comune, sono entrati amanti e sono usciti finalmente dopo 35 anni…marito e moglie! Lei era vistosamente emozionata, gli occhi erano lucidi, ha trattenuto a stento le lacrime di gioia. Ha realizzato un sogno che credeva impossibile, è più che comprensibile tanta emozione. Poi si passa al rito in chiesa. Cambio d’abito per gli sposi, finalmente ho visto Camilla vestita decentemente!!! L’ingresso in chiesa è stato veloce, freddino, senza paggetti, strascico, veli, pizzi e merletti. Per quanto fosse bello l’abito di Camilla, non era bianco, non era molto da matrimonio. Vista la situazione dei due sposi, la cerimonia è stata divisa in due parti. Nella prima parte hanno dovuto pentirsi pubblicamente ed ufficialmente di tutto il male e i casini che hanno combinato. Ottenuto il perdono dalla chiesa si passa alla seconda fase: il matrimonio! Le loro voci si sono sentite a stento, non si sono guardati negli occhi neanche un secondo, e tutta la cerimonia si è svolta ad una velocità lampo. L’unico tocco di romanticismo, la voce di una soprano che ha cantato un brano per gli sposi. Anche per l’uscita sfilata veloce e senza emozione. Pochi secondi per la foto di gruppo…e via! Con una bella carrozza trainata da cavalli?? No. Per un tratto a piedi, salutando alcuni del pubblico SCELTO, ( eh si, il pubblico che ha potuto vedere i due sposi era composto da conoscenti di basso ceto degli enti sociali a cui i due sposi devolvono degli aiuti) e poi in auto. I reali ospiti sono stati trasferiti al bouffet (neanche il pranzo hanno organizzato!) con due pullman!!! Ma dal matrimonio dell’anno, fra due di sangue blu, uno ci si aspetta un po’ più di eleganza e di classe!!! Una bella sfilata di lusso ed eccentricità!! Ed invece niente. Finito anche il ricevimento, i due sposini sono partiti per il viaggio di nozze in Scozia (volevano andare in America, ma Bush ha messo subito in chiaro che non avrebbe voluto Camilla alla Casa Bianca). Ma anche in Scozia staranno benissimo! Per due come loro che amano i cavalli, i paesaggi, le passeggiate, l’aria umida, stare tranquilli in una baita sarà il massimo. Come tradizione, non sono mancate le lattine legate dietro l’auto degli sposi, e il cartello“Just married”.

2 COMMENTI:

  1. Erika9:44 PM

    Hanno fatto bene!!

    RispondiElimina
  2. mabonardi9:45 PM

    Peccato per la povera Diana che ha creduto,con molta ingenuità,alla favola del principe Azzurro..... ...

    RispondiElimina

 
Back to top!